• Analisi

    Visco: armi spuntate contro l'evasione fiscale (Il Sole 24 Ore)

    Quando l'emergenza sanitaria sarà conclusa il bilancio pubblico italiano dovrà fare i conti con equilibri molto complessi. Da un lato, le spese per investimento dovranno rimanere sostenute se si vuole recuperare e consolidare un auspicabile aumento della crescita economica; dall'altro, le spese correnti (permanenti) relative a settori molto importanti e sacrificati dalle politiche di austerità degli anni passati, come la sanità e l'istruzione, saranno non di poco più elevate di quelle attuali. Tornerà quindi d'attualità la questione dell'evasione fiscale e della sua riduzione.


  • Analisi

    Imposta di successione? Da riformare, meglio una patrimoniale annuale (Dal quotidiano Domani del 13-11-20)

    L’imposta di successione è molto antica: il primo ad introdurla fu Augusto con un’aliquota del 5% che si applicava ai lasciti a favore di persone diverse dalla moglie e dai figli del defunto (che erano esenti), lasciti che a Roma erano molto diffusi e che in certa misura rappresentavano un modo per redistribuire la ricchezza; l’imposta quindi poteva fornire un certo gettito, ma di fatto rappresentava anche un incentivo a mantenere il patrimonio in famiglia.  Più tardi Diocleziano, per ragioni di gettito, aumentò l’aliquota al 10% eliminando le esenzioni.



 

SOSTENGO NENS

Puoi sostenere l’Associazione NENS – Nuova Economia Nuova Società - con un’erogazione liberale. Le nostre attività hanno un costo e il tuo contributo, anche piccolo, è per noi importantissimo. Puoi effettuare la tua donazione con bonifico bancario. È semplicissimo, entra!

Il Giornale Online di Nens