Area tematica "Riforma Fiscale"

Novembre 2020

Quando l'emergenza sanitaria sarà conclusa il bilancio pubblico italiano dovrà fare i conti con equilibri molto complessi. Da un lato, le spese per investimento dovranno rimanere sostenute se si vuole recuperare e consolidare un auspicabile aumento della crescita economica; dall'altro, le spese correnti (permanenti) relative a settori molto importanti e sacrificati dalle politiche di austerità degli anni passati, come la sanità e l'istruzione, saranno non di poco più elevate di quelle attuali. Tornerà quindi d'attualità la questione dell'evasione fiscale e della sua riduzione.

Novembre 2020

L’imposta di successione è molto antica: il primo ad introdurla fu Augusto con un’aliquota del 5% che si applicava ai lasciti a favore di persone diverse dalla moglie e dai figli del defunto (che erano esenti), lasciti che a Roma erano molto diffusi e che in certa misura rappresentavano un modo per redistribuire la ricchezza; l’imposta quindi poteva fornire un certo gettito, ma di fatto rappresentava anche un incentivo a mantenere il patrimonio in famiglia.  Più tardi Diocleziano, per ragioni di gettito, aumentò l’aliquota al 10% eliminando le esenzioni.

Ottobre 2020

Il ministro Gualtieri nel confermare le intenzioni del Governo in materia di riforma fiscale, ha precisato che essa sarà attuata in tre anni con apposite leggi delega. Ciò significa che la riforma è stata in realtà rinviata per ragioni di costi (15 miliardi almeno se si conferma l'obiettivo che nessuno debba subire un aumento di imposizione, neanche di 50-100 euro l'anno), e anche per le perduranti divisioni nella maggioranza.

Febbraio 2017

Lo studio mostra come uno sviluppo della proposta di riforma dell'Iva già presentata da Nens permetterebbe agevolmente di recuperare gli equilibri di bilancio sollecitati dall'Ue.

Febbraio 2017

Lo studio illustra come una migliore applicazione del meccanismo di "split payment" permettere di incrementare energicamente il recupero di evasione e realizzare un gettito aggiuntivo utile anche per le richieste Ue.

Giugno 2016

Segnalazione dell'articolo pubblicato dal "Sole 24 Ore" del 21 giugno 2016

Maggio 2016

L'idea del governo di aumentare il bonus bebè costa all'erario e non risolve i problemi. Meglio sarebbe un complessivo riordino delle misure di sostegno al reddito delle famiglie come quello contenuto nella Riforma Irpef proposta da Nens su questo sito.

Maggio 2016

Segnalazione dell'articolo pubblicato dal Sole 24 Ore del 15 maggio 2016

Gennaio 2016

Intervista a Vincenzo Visco del Quotidiano Nazionale (Giorno, Nazione e Resto del Carlino) del 2 gennaio 2016

Ottobre 2015

L’impatto della misura del governo sulla prima casa analizzatao anche in raffronto con i precedenti interventi su Imu e Ici.

Ottobre 2015

Il tema della fiscalità per il settore agricolo conquista l’attualità dopo gli annunci del governo sulle riduzioni di Imu e Irap. Sull’argomento pubblichiamo una dettagliata analisi del professor Antonio Cristofaro, massimo esperto italiano della materia.

Ottobre 2015

Segnalazione dell'articolo di Vincenzo Visco pubblicato dal "Sole 24 ore" del 7 ottobre 2015

Luglio 2011

l terzo lavoro di analisi del professor Paladini sulla annunciata riforma fiscale prende in esame articolo per articolo la "bozza" pubblicata dal Ministero. Quello che emerge suscita molte perplessità

Giugno 2011

Un'analisi delle ipotesi di riforma Irpef secondo le anticipazioni che cicolano. Emerge che la combinazione fra aliquote, scaglioni e detrazioni espone all'alternativa tra esporsi ad un costo esorbitante, o penalizzare duramente i redditi medi e bassi

Pagine