Se vedi questo testo, significa che navighi questa pagina con un Browser non aggiornato o non in linea con gli standard del W3C (collegamento esterno), oppure hai disattivato i fogli stile CSS che servono a visualizzazre la forma grafica di questa pagina. Puoi continuare a navigare questo sito senza problemi, ma non puoi vedere la grafica che aiuta nella navigazione.



Collegamenti veloci


Collegamenti principali


Prospettive di riforma fiscale in Italia

Ottobre 2010

Prospettive di riforma fiscale in Italia

Documento conclusivo delle analisi svolte da studiosi di tutta Italia nel corso di numerosi seminari tenuti nel corso del 2010. Il risultato indica condizioni e modalità concrete per riformare il fisco italiano anche alleggerendo il prelievo sul lavoro.

Commenti

Cesare Feruglio Dal Dan ha scritto il 04 Ottobre 2010 alle ore 15:03:33

Finalmente! un progetto organico di riforma fiscale possibile e tendente all'equa redistribuzione dei tributi. Impossibile da attuare con il governo attuale, purtroppo.

sergio ha scritto il 04 Ottobre 2010 alle ore 15:12:30

per abbassare le tasse vi è soltanto una soluzione: che le paghino tutti. ritengo sia necessaria una legge che preveda la confisca di tutti i beni, a loro riconducibili, per chi evade le tasse in modo totale o parziale applicabile anche ai politici e amministratori infedeli. non è la galera che spaventa ma il portafoglio, ricordate. un esempio: scajola con questa legge non avrebbe mai avuto la casa al colosseo. non vi sono altre strade e se attuata sarà un successo strepitoso perchè oltre ad abbassare le tasse si risolverebbero altre questioni importanti ed il paese ripartirà alla grande. il sospetto che sotto-sotto una vera guerra all'evasione e alla corruzione non la si voglia fare, sia a destra quanto a sinistra. perchè? gradirei risposta, grazie.

roberto ha scritto il 04 Ottobre 2010 alle ore 15:54:53

Nel progetto non c'è riferimento al precetto Costituzionale. I nostri Padri Costituenti parlavano di capacità contributiva globale ed effettiva,non forfetaria ( On.le Scoca relatore art. 53 all'Ass. Costituente del 23 maggio 1947) e di progressività del sistema tributario( insieme di singoli tributi) nel suo complesso( On.le Ruini Ass. Cost 23 maggio 1947). L'On.le Scoca " le spese delle famiglie e del contribuente sono caratteristiche della capacità contribuitva e sono alla base dell'imposizione". Nel vostro testo non c'è traccia di queste "direttive Costituzionali" L'On.le Vanoni in una sua relazione al parlamento( anno 1951) diceva che per debellare l'evasione fiscale occorreva abbandonare il sistema induttivo/sintetico/forfetario ed attuare il sistema analitico/deduttivo/sistematico. Infatti adottando tale sistema ogni passaggio di denaro( RICAVI/SPESE) sarà fatturato e scritto nelle dichiarazione dei redditi di tutti i contribuenti e niente di tassabile viene perduto, l'esatto contrario di ciò che avviene attualmente. Questa è la vera riforma fiscale e la vera semplificazione del sistema: 1) capacità contributiva globale ( comprensiva di tutti i tipi di rendite). 2) progressività dell'insieme di tutti i singoli tributi ( irpef/iva ed altri tributi diretti). In attesa di un vostra cordiale risposta, per l'associazione articolo 53 vi porgo, cordiali saluti. visitate il nostro blog: articolo53.blogspot.com

iraniano ha scritto il 09 Ottobre 2010 alle ore 14:01:04

l'idea dell'imposta iri mi pare convincente, mi piacerebbe sapere cosa cambiereste dell'attuale sistema di accertamento, sistemi informativi e procedure. due cose mi vengono in mente da cambiare subito. le sanzioni, che ad oggi sono irrazionali: 20% su controllo formale, 12,5% in adesione su evasione. L' assurdo utilizzo degli studi di settore: se sei congruo non subisci accertamento a meno che l'amministrazione non dimostri un reddito evaso oltre il 40% o 50000. Gli studi sono ottimi strumenti di raccolta informativa, ma non dovrebbero essere utilizzati come strumento di adeguamento, un reddito minimo d'attività al di sopra del quale l'accertamento è evitato.


Aggiungi un commento

http://

Copia il codice riportato nell'immagine.