Se vedi questo testo, significa che navighi questa pagina con un Browser non aggiornato o non in linea con gli standard del W3C (collegamento esterno), oppure hai disattivato i fogli stile CSS che servono a visualizzazre la forma grafica di questa pagina. Puoi continuare a navigare questo sito senza problemi, ma non puoi vedere la grafica che aiuta nella navigazione.



Collegamenti veloci


Collegamenti principali


Segnalazioni

Vedi anche


Sky. Intervista di Vincenzo Visco sulla Stampa del 3.12.2008

Dicembre 2008

          "Ma quale Bruxelles

           Aumentano le tasse"

                       Intervista di vincenzo Visco

                 alla "Stampa" del 3 dicembre 2008


Commenti

almarida ha scritto il 03 Dicembre 2008 alle ore 22:49:45

non vorrei che perdessimo anche questa occasione e cioè il fatto dell'aumento dell'Iva sulla pay TV Sky, per non parlare del conflitto d'interessi mostruoso e dai contorni sempre più mostruosi che c'è in Italia e della necessità di una legge che regoli/abolisca tale mostruosità. Pertanto, mi sembrano insufficienti i discorsi dell'opposizione che si fanno per difendere la libertà di mercato. Sicuramente vanno fatti, ma un'opposizione che è anche forza di governo deve dire qualcosa di più, facendo tesoro degli errori passati. Quindi bisogna riprendere a parlare dei disegni di legge presentati in passato e da ripresentare per regolare il conglitto diinteressi. Certo che non verrà approvata (con quel popò di maggioranza che hanno !) ma ciò non vuol dire che non bisogna parlare e non bisogna "seminare" nell'opinione pubblica la necessità di una legge che elimini certi conflitti d'interessi, che sono bloccanti per l'economia. In questo contesto va collocato il discorso della concorrenza, altrimenti può diventare un discorso a favore di Murdoch. Ed io credo che al centro sinistra quale forza potenziale di governo, ripeto, non serve difendere questo o quello, ma dettare i principi e farli rispettare. Purtroppo, la diffcoltà sta nel fatto che nella totalità dei mass media questo discorso non passa.

idone carmelo ha scritto il 03 Dicembre 2008 alle ore 23:45:23

è ora che alle panzane del rag. di sondrio qualcuno risponda a tono.Bravo Visco

Francesco ha scritto il 17 Dicembre 2008 alle ore 15:43:36

La questione dell'IVA ordinaria (20%) a sky è stata mal posta dall'opposizione: un'IVA al 20% è più che giusta, dal momento che non siamo in presenza di beni di prima necessità. Non sarebbe però il caso di richiedere ai titolari di reti nazionali via etere un canone di concessione adeguato e non irrisorio come è attualmente? E' giusto che SKY paghi l'IVA, ma è altrettanto giusto che MEDIASET paghi le concessioni...

bacchi ha scritto il 06 Aprile 2009 alle ore 10:38:41

giusto

maria di falco ha scritto il 19 Dicembre 2009 alle ore 17:06:04

Condivido l'intervento di Bacchi. Ma è mai possibile che Berlusconi paghi un canone irrisorio pari all1% per la concessione dell'etere, che è un bene pubblico ? Se lui pagasse un canone appropriato si potrebbe rimpinguare ad esempio il capitolo del bilancio pubblico destinato alla cassa integrazione che langue, vista la crisi occupazionale in atto.

Mauro ha scritto il 19 Agosto 2016 alle ore 07:51:57

In un solo colpo eliminare evasione elusione contenzioso e parte del nero. Tassare ogni partita IVA con la percentuale di redditività della singola impresa appena i ricavi entrano in banca o battuti sul cash registrer. Ad esempio Ade comunica redditività utile fratto ricavi 8% in caso durante anno può discuterla e ritrattaroa, entrano sul conto 100000 euro trattenuta al momento opportuno di 8000 euro e così via IVA può seguire questo percorso o no. Non interessan più i costi che sono il vero problema a il controllo si sposta sui ricavi fine delle trasmissioni....


Aggiungi un commento

http://

Copia il codice riportato nell'immagine.